Pagine

Google+ Followers

sabato 11 maggio 2013

La famiglia e la sua diseconomia

Oggi più che mai la famiglia soffre per la propria diseconomia. Pareva che dall'alto di un podio qualcuno avesse trovto la ricetta per sanare l'intera economia della nazione. Ma il risultato è sempre lo stesso .... Grandi parole..... ma tutto si disolve ... come la nebia al mattino al mio paese sparisce quando esce il sole.......Tanti concetti nuovi per rimetere e far funzionare a pieno ritimo la macchina dello stato.... Stiamo ancora aspettando il risultato di tanta operosità. Si è sprecato in lungo e in largo non si è risparmiato niente. Sembrava che tutto ci fosse dovuto, ma in realta non era così. Mentre il grande oratore che si scalda sul podio con le sue grandi filosofie di vita. Dal popolo si sente un lamento contro colui che cerca di convincere la gente a seguire un modo di essere nella sua filosofia....... Oramai il popolo conosce la storia, qualcuno che ascolta l'ha persino vissuta...Allora come fa costui a dimostrare il "giusto" cambiamento, prelevando dalle tasche del popolo i pochi spicioli che le son rimasti. Oramai siamo una "pecora" che non produce più late. E' molto semplice la matematica. Se tu hai tante pecore da mungere ottieni tanto late, ma se questi animali sono in agonia, il formaggio non lo fai più. Bisogna incrementare il lavoro .... bisogna creare nuove economie, con filosofie nuove di lavoro... Non restare attacatti a concetti che non creano più economia....... La famiglia troverebbe un respiro di sollievo e le nuove generazioni crescerebbero con fiducia verso le istituzioni. Nascerebbero tra questi giovani i nuovi gestori di una economia nuova fatta di lavoro e di pace e serenità per tutta la popolazione....... popolo http://ilgiustovaloredellavita.blogspot.com/feeds/posts/default wwworroli-longevoit.blogspot.com/.../contus-de-forredda. www.orroli-longevo.it
Posta un commento